Divina Misericordia Padova


 
Il Gruppo di Preghiera della Divina Misericordia di Padova è intitolato a Padre Mario Valentini, che lo costituì nel 1991, ed è membro effettivo dell'Associazione ADIM Alleanza Dives In Misericordia.

“La vera grandezza
di un'anima sta
nell’amare Dio e nell’umiltà”
Santa Faustina (Q.I, 424)



O Dio,
che ci hai donato
Padre Mario Valentini
modello di fede semplice,
di operosa carità,
e di pietà mariana,
apostolo della Tua
Divina Misericordia,
dona anche a noi
la volontà di credere ed amare
secondo il Vangelo,
ed esaudisci le preghiere
di chiunque, nella
comunione dei Santi,
chieda il suo aiuto spirituale
e si affidi alla sua intercessione.
Per Cristo nostro Signore.
Amen


Privacy e Cookie

Don Renato Tisot

Don Renato Tisot è nato a Barbiano (BZ) il 2 giugno 1935.  Fatti gli studi a Trento, fu ordinato sacerdote nel 1959, dopo un breve periodo di cura d'anime, percorse la via degli studi universitari (Cattolica, Gregoriana, Marist College).  Insegnò al collegio arcivescovile e nel seminario teologico, divenendo anche vicerettore del liceo.  Ebbe diversi incarichi vescovili nel campo della cultura, della formazione del clero e della spiritualità. 
 
Nel periodo della missione megli U.S.A., fu coinvolto dal 1970, nel Rinnovamento carismatico, aprendo gruppi e collaborando a livello regionale a New York e Miami. Dal 1978 è in Italia, col permesso di dedicarsi a tempo pieno alla preghiera e alla Parola. Ha un dono ormai collaudato nell'annuncio kerigmatico e nella catechesi. È fondatore e primo assistente ecclesiastico della Associazione Alleanza Dives in Misericordia, canonicamente eretta.
 

Un punto forte della missione si riferisce al messaggio e al culto della Divina Misericordia nelle forme proposte da Gesù a Santa Faustina Kowalska.  Per questo scopo don Renato ha condotto intensi programmi di evangelizzazione e formazione in tutti i continenti e, soprattutto per l'Italia, è stato primo attore della "Peregrinatio" dell'icona di Gesù Misericordioso, partita da Roma e ritornata a Roma, entro i contesti della preparazione e della celebrazione del Giubileo 2000.